Il Salento è una delle zone balneari per eccellenza di cui le spiagge Porto Cesareo costituiscono a loro volta un’eccellenza dell’eccellenza. La cittadina in provincia di Lecce si trova sulla costa ionica della Puglia dove le spiagge Porto Cesareo si estendono per diversi chilometri di costa ricchi di varietà paesaggistica e per questo tutte da scoprire. Acque basse e limpide hanno reso le spiagge Porto Cesareo meta ideale per moltissimi turisti, oltre che un luogo molto importante dal punto di vista naturalistico: di fronte a queste stupende spiagge Porto Cesareo è, infatti, possibile ammirare diversi piccoli isolotti che presentano una fauna e una vegetazione molto caratteristica. 

Un esempio su tutti è il più famoso di questi isolotti, l’Isola del Coniglio, che dopo un intervento di rimboschimento negli anni ‘50 presenta oggi una vegetazione unica dominata certamente dalla macchia mediterranea ma in ogni caso estremamente ricca e variegata. Caratteristica molto interessante di questa isola che si trova a poche centinaia di metri dalle spiagge Porto Cesareo è che il tratto di mare che la separa dalla terraferma presenta acque molto basse che permettono di toccare il fondale con i piedi e procedere camminando.

Su quest’isola troviamo una delle spiagge Porto Cesareo che più merita di essere visitata, la spiaggia Isola Grande che riesce a coniugare la bellezza della vegetazione incontaminata con una spiaggia dorata bagnata da acque straordinariamente chiare.

Tra le spiagge Porto Cesareo più significative c’è certamente Torre Lapillo, una lunghissima lingua di sabbia dove tra dune di sabbia chiara e bassa scogliera è possibile trovare diversi lidi attrezzati e spiagge libere dove godere di un mare sempre pulitissimo e cristallino. 

Quest’atmosfera quasi sudamericana è ancor più accentuata a Punta Prosciutto, un tratto di costa adiacente Torre Lapillo dove domina uno spirito più selvaggio di una terra che non è del tutto sottomessa all’uomo e offre per questo per buonissima parte della sua estensione spiagge libere.